•  
  •  




AutoRicerca - Numero 4 - Anno 2012 - Scienza e Spiritualità



Il quarto numero di AutoRicerca è dedicato al tema della Scienza e della Spiritualità, e contiene tre articoli scritti da Ravi Ravindra e Massimiliano Sassoli de Bianchi.


The fourth issue of AutoRicerca is dedicated to the theme of Science and Spirituality, and contains three articles written by Ravi Ravindra and Massimiliano Sassoli de Bianchi.



Versione stampata (acquisto) Versione e-book (accesso aperto)



Yoga, Fisica e Coscienza
​Yoga, Physics and Consciousness

Ravi Ravindra

Nonostante il nostro desiderio di riconciliare scienza e spiritualità, siamo molto lontani anche solo dall’avere domande chiare da porci in relazione a questi due approcci alla realtà. Desideriamo riconciliare queste due discipline dal momento che entrambe ci appaiono come manifestazioni significative e profonde della psiche umana, e immaginiamo che in qualche modo, nei tempi moderni, queste si siano riavvicinate. Sia lo yoga, che è un’espressione della spiritualità, sia la fisica, sono interessate alla conoscenza oggettiva. Tuttavia, le due “conoscenze” sono tra loro differenti. Dobbiamo essere consapevoli di questo se non vogliamo accontentarci di una troppo facile integrazione, o di una riconciliazione superficiale. Nulla è più fuorviante del pensiero che vi sia pace quando pace non c’è. L’illusione di avere già trovato quello che ci serve è quella che ci impedisce di cercare ulteriormente.

In spite of our wish to reconcile science and spiritual insight, we are very far from even having clear questions to raise about the two approaches to reality. We wish these disciplines to be reconciled because they both appear to us to be significant and profound manifestations of the human psyche, and we imagine that somehow in modern times we have found a reconciliation. Both yoga, which is an expression of spiritual insight, and physics are interested in objective knowledge. However, the two ‘knowledges’ are different from each other. We need to be aware of these differences if we are to avoid settling for an easy integration or a superficial reconciliation. Nothing is more misleading than to imagine that there is peace when there is no peace. The illusion that we have already found what we need will prevent us from seeking further.

Cercare, ricercare, autoricercare…
​Searching, researching, self-researching...

Massimiliano Sassoli de Bianchi

Scopo principale di questo articolo, scritto in uno stile informale, è quello di informare le nuove generazioni di ricercatori circa la possibilità di adottare un approccio nuovo – e allo stesso tempo assai antico – alla conoscenza: l’autoricerca. Nel fare questo, tenterò di spiegare non solo cosa sia l’autoricerca, ma anche perché tale disciplina non sia ancora oggi promossa su vasta scala sul nostro pianeta, nonostante la sua importanza strategica nel costruire una società umana più avanzata, consapevole e pacifica.

The main scope of this essay is to inform the new generations of students, teachers and researchers about the possibility of adopting a new integral approach in science, which is the one of self-research. By doing so, I will also explain why self-research is still not promoted on a large scale on this planet, despite being a key element in the construction of a more advanced, self-aware and peaceful humanity.

Speculazioni su origine e struttura del reale
Speculations on the structure and origin of reality

Massimiliano Sassoli de Bianchi

In questo lavoro presentiamo una tesi speculativa su origine e struttura della nostra realtà. Equiparando gli olosomi delle coscienze a delle oloteorie viventi della realtà, in grado di evolversi per mezzo dello strumento della teatica (teoria + pratica), deduciamo l’esistenza di un processo di frattalizzazione in atto del reale, che sarebbe all’origine della condizione di cosmocoscienza. Introduciamo inoltre i concetti di morfoconnessione e cosmocompletismo, e discutiamo della loro rilevanza nell’ambito di uno scenario evolutivo globale.

This article is a conceptual speculative statement about the origin and structure of our reality. We propose to view the consciousnesses’ holosomas as living holotheories of reality, evolving through the instrument of theorice (theory + practice) and producing a fractal structuring of reality as a whole. We hypothesised that the fractal structuring process is responsible, through the phenomenon of morphoconnection, for the condition of cosmoconsciousness. The concept of cosmocompletism is introduced and its consequences for a global evolutionary scenario discussed.