Nata a Mendrisio il 27 agosto 1960, sin da giovane Manuela Canova Pfister coltiva la passione per l’espressione corporea, principalmente tramite la ricerca teatrale e la danzaterapia, che approfondisce negli anni in parallelo alla professione di insegnante di lingue presso la scuola media cantonale.

Da più di vent’anni, seppur in modo non continuativo, propone e conduce incontri esperienziali di danza libera e danzaterapia, dedicati all’ascolto, all’accettazione di sé attraverso il movimento spontaneo del corpo, al risveglio del potenziale espressivo individuale e all’attivazione di risorse a beneficio della salute fisica, emozionale e mentale.

Dopo una formazione come operatrice olistica presso la scuola di Milena Rottmann, dove approfondisce numerosi approcci psicoterapeutici, come la bioenergetica, la Gestalt, il massaggio, il lavoro con la voce e il respiro, esplora le connessioni tra danza, movimento e terapia presso l’Istituto di Medicina Psicosomatica Riza di Milano.

Consegue il diploma di conduttrice di gruppi in danzaterapia presso la Deutsche Gesellschaft für Tanztherapie, del Fritz Pearls Institut, in Germania, e in un percorso di formazione continua partecipa a numerosi seminari di danzaterapia, secondo diversi approcci, ad esempio junghiano, con Laura Sheleen, della Movement Medicine, con Ya’cov e Susannah Darling Khan, di analisi del movimento metodo Laban con Nunzia Tirelli, del movimento autentico con Rosa Maria Govoni, solo per citarne alcuni.

In parallelo, segue una formazione teatrale quadriennale presso Concreta di Mendrisio e dal 2017, riprende la ricerca teatrale presso l’Agorateatro di Magliaso.

Dal 2012, è professionista accreditata del metodo The Journey, di Brandon Bays, che offre nell’ambito di sessioni individuali come strumento per facilitare la liberazione da blocchi fisici ed emozionali e ritrovare il proprio pieno potenziale.

Manuela
Canova Pfister