Descrizione. Nata in sanscrito significa Danza. In questa pratica di meditazione dinamica, danzeremo in un crescendo d’intensità, esplorando la possibilità di un movimento libero, consapevole, in piena sincronia col respiro, cui sarà tolto ogni elemento di meccanicità e di interferenza mentale. Riscopriremo così la possibilità di un gesto autentico e gioioso, che sgorga direttamente dal nostro essere, in grado di promuovere un profondo sblocco psicoenergetico e una condizione di rilassamento ed espansione interiore.

Osservazione. Per quanto la Danza, al suo apice, può raggiungere una certa intensità, è importante non confondere questa pratica con la cosiddetta trance-dance. Infatti, per quanto si cercherà di abbracciare appieno il movimento, e divenire (se così si può dire) sempre più la danza e sempre meno il danzatore, si cercherà contemporaneamente di rimanere testimoni lucidi e consapevoli dell’intero processo.

Durata. 1 ora e mezza circa a incontro.

Iscrizione. Le pratiche avranno luogo se raggiunto il numero minimo di praticanti. I posti sono limitati. Nell’accettazione farà stato l’ordine cronologico. L’iscrizione, per essere valida, dovrà essere confermata. Se si partecipa per la prima volta a un’attività del LAB, è richiesto un breve colloquio telefonico.

Abbigliamento. Indumenti comodi e larghi, preferibilmente leggeri, adatti alle pratiche corporee.

Orari e date. I giorni 2, 9, 16, 23 dicembre 2020. Dalle ore 18:00 alle ore 19:30 (arrivare con almeno 15 minuti di anticipo).

Quota di partecipazione. 100 fr., per l’intero ciclo di 4 incontri, da corrispondere in anticipo al primo incontro.