contributi
1 10 20

Wagner Alegretti è ingegnere elettrico dell’Universidade de São Paulo (USP), Brasile; ha lavorato nei settori di produzione energetica, apparecchiature mediche, sviluppo software e sistemi di telecomunicazione. Motivato dalle esperienze fuori del corpo che ha avuto sin da giovane, si dedica alla ricerca e insegnamento nel campo della coscienza sin dal 1980, specializzandosi nello studio delle energie sottili, OBE e altri fenomeni psi. A partire dal 1982, lavora presso diverse organizzazioni dedicate a questo campo di indagine, e dal 1988 si dedica a tempo pieno ad attività relative agli studi sulla coscienza. Il suo lavoro è stato determinante sia nel promuovere a livello internazionale un approccio multidimensionale della scienza della coscienza, quando nel 1994 ha lasciato il Brasile e si è trasferito negli Stati Uniti, sia nella creazione della no-profit International Academy of Consciousness (IAC), in particolare il suo ufficio di Londra, dove ha vissuto per 10 anni, e il suo campus di ricerca in Portogallo (www.iacworld.org). È stato presidente della IAC dal 2001 al 2014, ed è attualmente uno dei suoi docenti e ricercatori più anziani. Dal 1984, lavora allo sviluppo di trasduttori di bioenergia (ci, prana, biocampo, energia sottile, energia vitale), nel tentativo di ottenere strumenti affidabili per la rilevazione della bioenergia. Questo percorso lo ha condotto al suo attuale programma di ricerca, che impiega lo strumento della risonanza magnetica funzionale (fMRI). Alegretti ha dato corsi e conferenze in questo campo sin dal 1985, in università e congressi in tutto mondo. In ambito filosofico, si è dedicato allo studio della cosmoetica (l’etica dalla prospettiva del paradigma multidimensionale della coscienza) e delle sue implicazioni. Ha lavorato come editore associato del Journal of Consciousness (JofC) ed è l’autore del libro Retrocognizioni, pubblicato in inglese e tradotto in tedesco, giapponese, portoghese e spagnolo (e presto disponibile anche in francese e italiano).